Sudafrica

     
 

Andiamo a sciare

Buona Pasqua

Si, lo voglio

Sport e turismo

Viaggi di nozze

 

Aeroporti

Arte e cultura

Cinema

Enti del Turismo

In libreria

Manifestazioni

Musica

Salute

Solidarietà

Spettacoli

Tour Operator

Trasporti

 

Australia

Austria

Centroamerica

Compagnie Aeree

Costa Rica

Croazia

Crociere

Danimarca

Francia

Giappone

Grandi città

Israele

Lituania

Maldive

Malesia

Mauritius

Monaco

Olanda

Oman

Perù

Repubblica Ceca

Repubblica Dominicana

Singapore

Slovenia

Stati Uniti

Sudafrica

Thailandia

Traghetti

Tunisia

Ucraina

Uganda

 
 

Titolo: cosasifa.it

Pubblicazione: Giornaliera

Direttore : Egidio Genise

Autorizzato con decreto del Presidente del Tribunale di Bergamo n. 33 del 11 Dicembre 2006

 
 

Vacanze adrenaliniche

Il Sudafrica è la terra dei paesaggi mozzafiato, verdi distese che si alternano a catene montuose, colori incantevoli, splendide spiagge e safari, ma è anche il luogo ideale per coloro che desiderano trascorrere del tempo dedicandosi ad avventure più estreme. Rieletta di recente “top adventure destination 2018”, dal network internazionale del turismo di lusso virtuoso, il Sudafrica offre numerose attività adrenaliniche.
Eccone alcune.

E partiamo dall’immersione con gli squali
In Sudafrica è possibile incontrare una grande varietà di squali e Gaansbaii, città di pescatori nella municipalità distrettuale di Overberg, nel Western Cape, è nota per l’alta densità di squali bianchi.

Coloro che sono alla ricerca di avventure insolite ed emozionanti, l’immersione nelle gabbie per ammirare gli squali è sicuramente la scelta giusta. Si tratta di un’esperienza che possono fare tutti, non sono necessari requisiti particolari ed è sufficiente sapere nuotare senza essere esperti.

I curiosi che decidono di provare questa esperienza vengono messi all’interno di una gabbia di metallo attaccata ad una barca e, una volta immersi nell’acqua, potranno vedere il grande squalo avvicinarsi e lanciarsi contro la gabbia mostrando i suoi denti affilati. Un’avventura sicuramente da non perdere.

Ed ora il bungee Jumping

Bloukrans Bridge e i suoi dintorni sono la meta perfetta per gli amanti dell’alta quota e del bunjee jumping.

Situato nel parco nazionale Tsitsikamma, sul tratto di costa alto e roccioso al confine con la provincia di Eastern Cape, il Bloukrans Bridge, con i suoi 272 metri è il ponte più alto dell’Africa ed è lungo 451 metri. E’ inoltre il secondo ponte più alto per praticare il bunjee jumping e i più impavidi possono lasciarsi cadere nel vuoto da un’altezza di 216 metri.

Un altro posto interessante dove è possibile mettere alla prova il proprio coraggio sono le Orlando Towers: non solo sono il simbolo di Soweto, ma anche il luogo del primo bunjee jumping tra due torri colorate: da qui si può saltare da 100 metri di altezza.
Un’attività non adatta ai deboli di cuore…
E passiamo al De Hoop Mountain Bike Trail

La riserva naturale De Hoop dista solo tre ore da Cape Town, nel distretto di Overberg, ed è la destinazione preferita degli escursionisti, degli osservatori di uccelli e di balene, ma soprattutto dei ciclisti, dove possono trovare sentieri per mountain bike con diversi livelli di difficoltà.

Inoltre, durante la loro corsa, i ciclisti possono ammirare aquile, fenicotteri e 86 diverse specie di mammiferi (antilope, zebra di Cape Mountain, orice gazzella, delfini, balene e foche), più di 260 specie di uccelli, 14 tipi di rane, 250 varietà di pesci e 25 diverse tipologie di serpenti.

E ancora, il Canopy Tour

Un’avventura entusiasmante per coloro che non soffrono di vertigini, è il Canopy Tour, un percorso sospeso nel bel mezzo della foresta dove i turisti, dotati di un’imbragatura, si avventurano tra gli alberi ad un’altezza di 30 metri.

Si tratta di una forma di ecoturismo che offre la possibilità di ammirare luoghi ai quali solitamente non è possibile accedere. Il più grande sito per questo tipo di attività è il parco nazionale Tsitsikamma, vicino a Storms River sulla Garden Route, ma ci sono altri luoghi come la foresta di Karkloof nel KwalaZulu-Natal e sulla catena montuosa del Magaliesberg che si trova ad un’ora e mezza di distanza da Johannesburg e Pretoria.

E’ possibile praticare il canopy tour anche nel Central Drakensberg e nel Magoebaskloof, nella provincia del Limpopo.

E che ne dite del Kloofing?

Per gli appassionati di forti emozioni sull’acqua, il “kloofing” è certamente qualcosa che merita di essere provato.

Il termine deriva dalla parola Afrikaans “kloof” che significa “gola” or “burrone” ed è una forma di canyoing e torrentismo: consiste nella discesa di un ripido torrente o corso d’acqua che può essere anche secco.

I brividi sono garantiti se questa esperienza viene fatta sui fiumi Sabie e Olifants. E’ inoltre possibile praticare “kloofing” sul Blyde River Canyon (nella Mpumalanga Province), sul Umzimkulu nel Kwa-ZuluNatal e sull’Orange River nel Northern Cape – cascata di 65 metri – che dà origine alle Augrabies Falls. 
   


 


Le altre notizie

Vacanze adrenaliniche

Safari tra i Big Five

 

 

 

 

Alberghi

Benessere

Lo sapevate che . . .

Parchi

Personaggi

 

Ristoranti

 

Nessun record restituito.
 

Chi siamo

Contattaci

Email

Immagini

 

 

Aeroporti italiani

Agriturismi

Compagnie Aeree

Giochi on line gratis

Governo Italiano

Il Mondo in un clik

La terra dal cielo

L'Italia da vedere

Lotto

Mappe

Meteo

Metropolitane d'Italia

Metropolitane Europee

Motori di ricerca italiani

Motori di ricerca nel mondo

Musica da ascoltare

Orari ferroviari

Oroscopo

Programmi TV

Quotidiani in rete

Sisal

Tabelle alimenti

Tour Operator

Traghetti

Trivago

Turismo

Turismo in Internet

 
 
Copyright 2007 - Cosasifa.it | p.i. : 02252460163

design & creations in Blue line by Pk-web