Arte e cultura

     
 

Camminate

Si, lo voglio

Sport e turismo

Viaggi di nozze

Vinitaly 2018

 

 

Arte e cultura

Enti del Turismo

In libreria

Manifestazioni

Musica

Spettacoli

Tour Operator

 

Australia

Crociere

Francia

Grandi città

Isole della Società

Israele

Nuova Caledonia

Oman

Perù

Repubblica Dominicana

Slovenia

Sudafrica

Thailandia

Ucraina

 
 

Titolo: cosasifa.it

Pubblicazione: Giornaliera

Direttore : Egidio Genise

Autorizzato con decreto del Presidente del Tribunale di Bergamo n. 33 del 11 Dicembre 2006

 
 

L’Universo fiorito di Ken Scott

A Tutto Colore! L’Universo fiorito di Ken Scott tra Moda e Gioiello, è la prima, inedita mostra, realizzata in collaborazione con la Fondazione Ken Scott di Milano, che racconta attraverso i gioielli l’esplosivo e affascinante mondo di fantasia e colore di George Kenneth Scott, in arte Ken Scott, noto stilista americano, innamorato dell’Italia e adottato da Milano dagli anni Cinquanta del Novecento.
Personaggio estroverso e poliedrico, amatissimo dal jet set internazionale e dagli intellettuali che a più riprese lo hanno definito il “Maestro dei Fiori Stampati” e il “Giardiniere della Moda”.

Artista, stilista e genio creativo che ha caratterizzato, con i suoi colori e la sua gioia, i tessuti e la moda Made in Italy negli anni Sessanta e Settanta.

Per i suoi abiti, indossati dalle donne più belle del mondo, Ken Scott pensava a gioielli grandi e coloratissimi che potessero completare e competere con le sue stampe audaci e divertenti. Per farlo si è appoggiato ai più grandi nomi della bigiotteria italiana degli anni Sessanta e Settanta tra cui l’azienda milanese Coppola E Toppo, la designer contessa romana Luciana De Reutern e la maestra fiorentina dei bijoux in acrilico e resina Angela Caputi.

Al Museo del Bijou di Casalmaggiore, in oltre 300 oggetti in esposizione, una mostra racconta per la prima volta nel mondo l’arte di Ken Scott attraverso un’importante selezione degli splendidi ed inediti gioielli sartoriali realizzati, tra gli altri, da Coppola E Toppo, Luciana De Reutern e Angela Caputi, per le sfilate evento di Ken Scott.

A fare da cornice alla luce e al colore dei gioielli ci sono i tessuti stampatissimi, i foulard e gli abiti abbinati ai gioielli che trasportano i visitatori nell’Universo Fiorito di Ken Scott e nella sua Primavera dell’Anima.

Ken Scott,
nato in America nel 1919, inizia ad appassionarsi alla pittura fin da giovanissimo. Scoperto da Peggy Guggenheim nel 1944, due anni dopo si trasferisce in Francia e qui inizia a disegnare tessuti apprezzati anche da Christian Dior. Dal 1955 è a Milano, città in cui fonda con Vittorio Fiorazzo l’azienda Falconetto, produttrice di tessuti per l’arredamento dai colori forti, ben diversi da quelli in voga all’epoca.

Nel 1962, usando il suo nome, inizia a creare linee di moda caratterizzate dall’incredibile esplosione di fiori e colori stampati sui tessuti; le più eleganti donne dell’epoca ne capiscono l’eleganza, una per tutte Audrey Hepburn.

Le sue sfilate, ricche di ogni genere di ispirazione, sono eventi spettacolari in cui lo stilista può presentarsi anche come domatore circense o mostrare abiti decorati da stampe a tema culinario. Questo genio eccentrico muore nel 1991 e la sua eredità è portata avanti dalla omonima Fondazione.

Bianca Cappello, storica e critica del Gioiello, è docente, coordinatore e curatore di conferenze e seminari sulla Storia del Gioiello e della Bigiotteria, attività che completa con pubblicazioni su questo argomento. E’ curatore di mostre sul gioiello e sulla bigiotteria per musei ed enti pubblici, e consulente curatoriale di collezioni museali.

La Fondazione Ken Scott ha lo scopo di conservare, tutelare e divulgare il patrimonio artistico e culturale di Ken Scott, frutto di oltre mezzo secolo di attività creativa. Il patrimonio si compone di migliaia di oggetti e opere tra disegni originali per la stampa tessile destinata alla moda e all'arredamento, cartelle di composizioni di colori per la stampa dei tessuti, campioni di tessuti stampati e jacquard, abiti, foulards, scarpe, cappelli, bijoux, occhiali, pelletteria, biancheria per la casa, ceramiche, porcellane, arredi e complementi, piastrelle, tappeti, profumi.

Unico in Italia, il Museo del Bijou, fondato nel 1986 a Casalmaggiore, storico e importante distretto di bigiotteria sorto nel XIX secolo, ospita oltre 20 mila pezzi di bigiotteria, dalla fine dell’Ottocento alle soglie del nuovo Millennio.

Info:Museo del
Bijou

Via Porzio 9, Casalmaggiore (CR)

Orario
: da martedì a sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18;

domenica e festivi, dalle 15 alle 19.

Ingresso
: intero 3 euro, ridotto 2.50.

Gratuito per le scolaresche, i possessori dell'Abbonamento Musei Lombardia e, per tutti, la prima domenica del mese.

Tel. 0375 284424 (Ufficio Cultura del Comune)

info@museodelbijou.it

www.museodelbijou.it

Distanze
:

25 km da Parma, 40 da Cremona e Mantova, 140 da Milano

 


Le altre notizie

Michelangelo
alla Cripta del Santo Sepolcro

Apre il Museo d’Arte Sorlini

Abu Dhabi: Culture Summit 2018

Da Correggio a Guercino

Antonio Ligabue è a Genova

Frida Kahlo. Oltre il mito

Raffaello e l’eco del mito

Luciano Zarotti a Ca’ Pesaro

Eventi al Louvre Abu Dhabi

L’Universo fiorito di Ken Scott

The Wall - Exhibition

Homini.The Last Supper

Letteratura e poesia

Giuseppe Mentessi è a Ferrara

Picasso. Uno sguardo differente

I giochi dell’effimero

 

 

 

 

Alberghi

Benessere

Lo sapevate che . . .

Parchi

 

Ristoranti

 

Nessun record restituito.
 

Chi siamo

Contattaci

Email

Immagini

 

 

Aeroporti italiani

Agriturismi

Compagnie Aeree

Giochi on line gratis

Governo Italiano

Il Mondo in un clik

La terra dal cielo

L'Italia da vedere

Lotto

Mappe

Meteo

Metropolitane d'Italia

Metropolitane Europee

Motori di ricerca italiani

Motori di ricerca nel mondo

Musica da ascoltare

Orari ferroviari

Oroscopo

Programmi TV

Quotidiani in rete

Sisal

Tabelle alimenti

Tour Operator

Traghetti

Trivago

Turismo

Turismo in Internet

 
 
Copyright 2007 - Cosasifa.it | p.i. : 02252460163

design & creations in Blue line by Pk-web